lunedì 14 novembre 2016

Georgia Guidestones i 10 comandamenti nwo

Il Georgia Guidestones è un monumento misterioso su cui sono scolpiti dieci “comandamenti” per una “Nuova Età della Ragione” del nuovo ordine mondiale.
Costituito di granito, il Georgia Guidestones è destinato a resistere alla prova del tempo e a comunicare conoscenza su più livelli: filosofico, politico, astronomico, ecc. Si compone di quattro grandi blocchi di pietra, che contengono 10 linee guida per vivere, in otto lingue : inglese, spagnolo, swahili, hindi, ebraico, arabo, cinese e russo.Un breve messaggio è inciso nella parte superiore della struttura in quattro lingue antiche ‘: babilonese, greco classico, sanscrito, e con i geroglifici egiziani. E ‘importante notare che queste ultime quattro lingue antiche sono di grande importanza negli insegnamenti nelle scuole occulte, come per esempio per i massoni ed i Rosacroce, delle cui organizzazioni parlerò in seguito.
Le quattro pietre principali sono disposte con una gigante configurazione a “pale” e mostrano le posizioni estreme del sorgere e tramontare del sole nel suo ciclo di 18,6 anni . La pietra al centro ha due caratteristiche particolari: in primo luogo, la stella polare è sempre visibile attraverso un apposito foro perforato dal lato Sud verso quello Nord della pietra centrale, in secondo luogo, un altro punto si allinea perfettamente con il sorgere del sole durante i solsitizi estivi, invernali e durante gli equinozi.Alla base delle guidestones giace una tavoletta esemplificativa che riporta alcuni dettagli della struttura. Si fa menzione anche di una capsula del tempo seppellita sotto il monumento. Il contenuto di questa capsula temporale (se esiste) è sconosciuto.
Caratteristiche astronomiche: 1. Il canale che attraversa la pietra indica il polo celeste. 2. La fessura orizzontale indica il percorso annuale del sole. 3. Il raggio di sole che attraversa la pietra sommitale segna il mezzogiorno durante l’anno. – Autore: R.C. Christian (uno pseudonimo). – Sponsors: Un piccolo gruppo di americani che cercano l’Era della Ragione. –Capsula del tempo:Posta sei piedi [circa 1,8 metri] sotto questo punto, il …, da aprire il …”

Le caratteristiche astronomiche sono di grande importanza nella progettazione delle Guidestones. In una nazione relativamente “nuova” come gli Stati Uniti, i monumenti che sono allineati con i corpi celesti sono spesso opera di società segrete, come la massoneria. Riportano gli insegnamenti ricevuti dalle scuole misteriche dell’antico Egitto, della Grecia o dei Celti, includendo in alcuni dei loro monumenti “conoscenze sacre”.

Le 10 regole per una nuova era della ragione sono queste:
 Mantieni l’Umanità sotto 500’000’000 in perenne equilibrio con la natura.
Guida saggiamente la riproduzione, migliorando salute e diversità.
Unisci l’Umanità con una nuova lingua viva.
Domina passione, fede, tradizione e tutte le cose con la sobria ragione.
Proteggi popoli e nazioni con giuste leggi e tribunali imparziali.
Lascia che tutte le nazioni si governino internamente, e risolvi le dispute esterne in un tribunale mondiale.
Evita [di fare] leggi poco importanti e funzionari inutili.
Bilancia i diritti personali con i doveri sociali.
Apprezza verità, bellezza e amore, ricercando l’armonia con l’infinito.
Non essere un cancro sulla terra, lascia spazio alla natura, lascia spazio alla natura.

Come potete vedere le leggi richiedono un abbassamento della popolazione mondiale, l’introduzione di una nuova lingua mondiale, la creazione di una corte mondiale e un vago riferimento all’eugenetica. In altri termini il progetto per un nuovo ordine mondiale.
DEPOPOLAZIONE, NASCITE PIANIFICATE, EUGENETICA
Il primo “comandamento” è particolarmente scioccante, in quanto prevede sostanzialmente che 12 persone su 13 non debbano esistere sulla Terra, in fondo, ciò significherebbe che potremo scomparire tutti dal pianeta tranne poco meno della metà della popolazione dell’India. Se la popolazione mondiale di oggi è 6,7 miliardi, vi è un avanzo del 92,54%. Considerare queste cifre in questi termini fa venire i capogiri. Vi ricordate quante persone sono sopravvissute nel (pessimo) film 2012? Non molte. Chi erano?Le persone più ricche della Terra. Sarà per caso un avvertimento?
L’ultima regola delle Guidestones, dice: “Non essere un cancro sulla terra – lascia spazio per la natura – lascia spazio per la natura” è particolarmente preoccupante l’accostamento tra la vita umana e il cancro. In questo contesto si ricollega perfettamente al primo comandamento nel quale la popolazione deve essere ridotta quasi all’estinzione.
La riduzione della popolazione è un obiettivo ammesso dall’elite e molte persone importanti ne hanno richiesto l’attuazione:
Nel 1988, Il principe Filippo ha espresso il desiderio che, se dovesse reincarnarsi , avrebbe voluto essere “un virus mortale” in modo da poter ridurre la popolazione mondiale. Più di recente, Bill Gates ha dichiarato: “Il mondo oggi ha 6,8 miliardi di persone … ed è previsto che raggiunghi i 9 miliardi. Ora, se facciamo un buon lavoro sui nuovi vaccini, sulle cure sanitarie, sui servizi di salute riproduttiva, potremo arrivare ad un abbassamento del 10 – 15 %. “Negli incontri segreti delle elite mondiali spesso si è discusso di temi come il depopolamento mondiale:
Alcuni dei miliardari americani si sono incontrati segretamente per considerare come la loro ricchezza potrebbe essere usata per rallentare la crescita della popolazione mondiale e accelerare il miglioramento della salute e dell’istruzione.
I filantropi che hanno presieduto al vertice convocato da Bill Gates, il co-fondatore di Microsoft, hanno discusso per unire le forze e superare gli ostacoli politici e religiosi al cambiamento.
Descritto come il Buon Club da un insider esso include David Rockefeller Jr, il patriarca della più ricca dinastia americana, Warren Buffett e George Soros, i finanzieri, Michael Bloomberg, il sindaco di New York, e i magnati dei media Ted Turner e Oprah Winfrey. ”

The Sunday Times, 24 Maggio 2009

La seconda regola (“Guida saggiamente la riproduzione – migliorando salute e diversità”), chiede in sostanza l’intervento dei legislatori nella gestione delle unità familiari. Se leggiamo tra le righe, si fa richiesta di leggi che regolino il numero di bambini per famiglie. Inoltre, il punto “migliorando salute e diversità” può essere ottenuto con “allevamento selettivo” o la sterilizzazione dei membri indesiderati della società. Questa pratica veniva chiamata “eugenetica”, fino a diventare politicamente scorretta a causa del nazismo.
UN GOVERNO MONDIALE
“Alcuni credono che facciamo parte di una cabala segreta che lavora contro gli interessi degli Stati Uniti, definendo me e la mia famiglia come ‘internazionalisti’ e di cospirare con altri nel mondo per costruire una struttura più integrata a livello mondiale politico ed economico. Se questa è l’accusa, mi dichiaro colpevole, e sono fiero di esserlo “. -David Rockefeller, “Memoirs of David Rockefeller” p.405
La maggior parte delle altre leggi del Guidestones sostanzialmente chiedono la creazione di un governo mondiale, gestito da una “cerchia illuminati”, che regolerebbe tutti gli aspetti della vita umana, compresa la fede, i doveri sociali, l’economia, ecc Questa idea è ben lungi dall’essere nuova, poichè è stata professata nelle scuole dell’occulto per secoli. Manly P. Hall scrisse a riguardo nel 1917:
Quando governano le masse, l’uomo è guidato dall’ignoranza, quando governa la chiesa, è guidato dalla superstizione e quando a governarlo è lo stato, è guidato dalla paura. Prima che gli uomini possano vivere insieme in armonia e in comprensione reciproca, l’ignoranza deve essere trasmutata in saggezza, la superstizione in una fede illuminata, e la paura in amore. Nonostante le dichiarazioni che dicono il contrario, la massoneria è una religione che cerca di unire Dio e l’uomo elevando i suoi iniziati a quel livello di coscienza sul quale è possibile vedere con chiarezza le opere del Grande Architetto dell’Universo. Da epoca ad epoca la visione di una civiltà perfetta è conservata come ideale per l’umanità. Nel bel mezzo di quella civiltà vi sarà una straordinaria università dove sia le scienze sacre che quelle profane sui misteri della vita saranno liberamente insegnate a tutti quelli che intraprenderanno una vita filosofica. In questo luogo credi e dogmi non esisteranno, il superficiale sarà rimosso e solo l’essenziale sarà preservato. Il mondo sarà governato dalle sue menti più illuminate e ciascuno occuperà la posizione per la quale sarà ritenuto meritevole. “ Manly P. Hall, The Secret Teachings of All Ages
In “The secret destiny of America”, Hall spiega l’antico sogno di un governo mondiale, dal punto di vista delle società segrete:
“La democrazia mondiale è il sogno segreto dei grandi filosofi classici. Verso la realizzazione di questo, il più grande dei traguardi raggiunti dall’essere umano,hanno inoltre definito i programmi dell’educazione, della religione, del comportamento sociale diretti alla realizzazzione di una pratica e universale fratellanza mondiale. Per raggiungere i loro scopi in modo più efficace, questi antichi studiosi vincolarono loro stessi, attraverso legami mistici, ad ampie confraternite. In Egitto, Grecia, India e Cina, lo “Stato dei Misteri” è esistito. Ordini di sacerdoti-filosofi iniziati, si sono formati in quanto organo sovrano per istruire, consigliare e dirigere i governanti degli Stati “.-Manly P. Hall, The Secret Destiny of America
SPIEGAZIONI DIRETTAMENTE DAGLI ANONIMI AUTORI
Fin dall’edificazione del monumento il 22 marzo 1980, numerosi autori e ricercatori hanno tentato di interpretare la logica alla base di queste 10 linee guida.Sono veramente un progetto per un Nuovo Ordine Mondiale? Sono semplicemente delle regole da applicare in caso di catastrofe? Il modo migliore per ottenere una risposta precisa è quella di chiedere agli autori delle regole stesse. Tuttavia, poiché essi hanno scelto di rimanere anonimi, è impossibile farlo. Lo hanno fatto, comunque, rilasciando una dichiarazione di somma importanza, che è stata trascurata da quasi tutti i ricercatori del Guidestones. Questo testo sorprendente, che descrive le loro motivazioni nel dettaglio, può essere trovato solo nel Georgia Guidestone Guide, un opuscolo realizzato dalla Granite Company, che ha prodotto il monumento. Fin dall’inizio, è evidente che gli autori del monumento ambiscono alla creazione di un Nuovo Ordine Mondiale. Questa non è una “teoria della cospirazione” o una ipotesi. E ‘scritto in termini chiari ed inequivocabili.
Ringraziamo per il post ai portavoce delle georgia giudestones  http://frontediliberazionedaibanchieri.it/article-georgia-guidestones-i-comandamenti-del-nwo-107458435.html Noi abbiamo solo collaborato nel passaparola per informarvi su tutto sempre.

mercoledì 19 febbraio 2014

Tribunale dei minori e la burocrazia:Un cancro tutto italiano


 Tribunale dei Minori di Roma: un girone infernale

                                        Cancellerie che lavorano due ore al giorno, personale fannullone e maleducato


I tempi della giustizia italiana sono noti a tutti. Ma che cosa concretamente voglia dire avere a che fare con le lungaggini processuali e la burocrazia legale non sempre è immediato.  Oggi facciamo un esempio concreto: il Tribunale per i minori di Roma. 
Il primo impatto, all’arrivo, può essere fuorviante rispetto al calvario che aspetterà l’ignaro visitatore. Il palazzetto storico che ospita la sede è molto elegante, centralissimo (su Lungotevere dei Bresciani, davanti a Trastevere e a due passi da san Pietro). All’ingresso si chiedono le indicazioni su dove andare e dei gentilissimi Carabinieri indicano l’ufficio competente.
Le possibilità sono sostanzialmente due: la cancelleria penale o la cancelleria civile. Avvisi  a caratteri cubitali troneggiano su ogni porta e muro “LE CANCELLERIE SONO APRTE DAL LUNEDì AL VENERDì DALLE 9.30 alle 11.30”. Il che suona già di per sè come una sentenza di condanna:  si hanno solo due ore al giorno per presentare istanze, ricorsi, per avere informazioni, per ritirare i provvedimenti.  Nel caso in cui l’ufficio competente per il proprio ricorso sia la cancelleria penale  la visita al Tribunale è sostanzialmente accettabile. Gli sportelli sono aperti, gli addetti cortesi, la fila quasi inesistente. Ma la musica cambia e parecchio, se ci si imbatte nella sezione civile. All’apertura dell’unico sportello attivo c’è già una fila sterminata. Sembra di essere dal panettiere: “Ma c’è il numeretto?” “No no, deve chiedere chi è l’ultimo e aspettare. Faccia attenzione, qualche volta qualcuno rinuncia!”. Nell’attesa si stringono alleanze con i compagni di sventura  e ci si scambiano storie: “Io è la quarta volta che vengo qui. Mi mandano via senza una risposta, senza un motivo e io che posso farci? Che mi invento?”. È così per tutti, per la gente comune che non sa come districarsi in questo mare di burocrazia, così come per gli avvocati più esperti, tutti sconfitti dall’inerzia di un sistema giudiziario al collasso. Ad un certo punto c’è chi perde la pazienza e alza la voce: “Mi state rimbalzando da un ufficio all’altro, sono mesi che mi dite che il fascicolo non può essere chiuso perché mancano dei documenti, che però siete voi a non volermi fornire! Questa è una cosa seria, hanno levato il figlio ad una famiglia, ogni giorno che passa è un dramma ed è anche colpa vostra!” Intanto i minuti passano e si sentono delle voci provenire dagli uffici retrostanti lo sportello aperto al pubblico: “Dai, fermatevi un attimo, andiamo a prenderci un caffè”. Le tre signore, impiegate del Tribunale, si avviano per la loro pausa, dalla quale torneranno dopo quasi mezz’ora. Alle 10.30, dopo 60 minuti dall’apertura della cancelleria si assiste ad un cambio degli impiegati allo sportello. Si capisce, il turno deve essere stato massacrante.
Dopo un’ora e un quarto d’attesa, quando manca pochissimo alla chiusura della cancelleria, finalmente, arriva il proprio turno. “Salve, ho depositato un ricorso per un permesso di soggiorno per cure mediche, a giugno. È già la seconda volta che vengo!” “E dovrà tornare per la terza volta, fra venti giorni. Il provvedimento c’è, ma il giudice lo deve firmare” “Venti giorni per una firma? Ma io devo dare una risposta ai medici, è un paziente oncologico, c’è urgenza!” “Signò’ che me guarda co’ quei du’ occhi sgranati? Ringrazi il cielo che la sua domanda è stata esaminata in un tempo record di 3 mesi, noi abbiamo dei carichi pendenti dal 2009! Ma che non lo sa come funzionano le cose qui?”. La risposta è sconcertante. La maleducazione intollerabile. L’assoluta rassegnazione di chi aspetta sconfortante.  L’unica possibilità è andarsene via, sconfitti. Sottostare ai tempi e ai modi di un sistema giudiziario vergognoso. 
I tempi della giustizia italiana sono noti a tutti. Ma che cosa concretamente voglia dire avere a che fare con le lungaggini processuali e la burocrazia legale non sempre è immediato.  Oggi facciamo un esempio concreto: il Tribunale per i minori di Roma. Il primo impatto, all’arrivo, può essere fuorviante rispetto al calvario che aspetterà l’ignaro visitatore. Il palazzetto storico che ospita la sede è molto elegante, centralissimo (su Lungotevere dei Bresciani, davanti a Trastevere e a due passi da san Pietro). All’ingresso si chiedono le indicazioni su dove andare e dei gentilissimi Carabinieri indicano l’ufficio competente.Le possibilità sono sostanzialmente due: la cancelleria penale o la cancelleria civile. Avvisi  a caratteri cubitali troneggiano su ogni porta e muro “LE CANCELLERIE SONO APRTE DAL LUNEDì AL VENERDì DALLE 9.30 alle 11.30”. Il che suona già di per sè come una sentenza di condanna:  si hanno solo due ore al giorno per presentare istanze, ricorsi, per avere informazioni, per ritirare i provvedimenti.  Nel caso in cui l’ufficio competente per il proprio ricorso sia la cancelleria penale  la visita al Tribunale è sostanzialmente accettabile. Gli sportelli sono aperti, gli addetti cortesi, la fila quasi inesistente. Ma la musica cambia e parecchio, se ci si imbatte nella sezione civile. All’apertura dell’unico sportello attivo c’è già una fila sterminata. Sembra di essere dal panettiere: “Ma c’è il numeretto?” “No no, deve chiedere chi è l’ultimo e aspettare. Faccia attenzione, qualche volta qualcuno rinuncia!”. Nell’attesa si stringono alleanze con i compagni di sventura  e ci si scambiano storie: “Io è la quarta volta che vengo qui. Mi mandano via senza una risposta, senza un motivo e io che posso farci? Che mi invento?”. È così per tutti, per la gente comune che non sa come districarsi in questo mare di burocrazia, così come per gli avvocati più esperti, tutti sconfitti dall’inerzia di un sistema giudiziario al collasso. Ad un certo punto c’è chi perde la pazienza e alza la voce: “Mi state rimbalzando da un ufficio all’altro, sono mesi che mi dite che il fascicolo non può essere chiuso perché mancano dei documenti, che però siete voi a non volermi fornire! Questa è una cosa seria, hanno levato il figlio ad una famiglia, ogni giorno che passa è un dramma ed è anche colpa vostra!” Intanto i minuti passano e si sentono delle voci provenire dagli uffici retrostanti lo sportello aperto al pubblico: “Dai, fermatevi un attimo, andiamo a prenderci un caffè”. Le tre signore, impiegate del Tribunale, si avviano per la loro pausa, dalla quale torneranno dopo quasi mezz’ora. Alle 10.30, dopo 60 minuti dall’apertura della cancelleria si assiste ad un cambio degli impiegati allo sportello. Si capisce, il turno deve essere stato massacrante.Dopo un’ora e un quarto d’attesa, quando manca pochissimo alla chiusura della cancelleria, finalmente, arriva il proprio turno. “Salve, ho depositato un ricorso per un permesso di soggiorno per cure mediche, a giugno. È già la seconda volta che vengo!” “E dovrà tornare per la terza volta, fra venti giorni. Il provvedimento c’è, ma il giudice lo deve firmare” “Venti giorni per una firma? Ma io devo dare una risposta ai medici, è un paziente oncologico, c’è urgenza!” “Signò’ che me guarda co’ quei du’ occhi sgranati? Ringrazi il cielo che la sua domanda è stata esaminata in un tempo record di 3 mesi, noi abbiamo dei carichi pendenti dal 2009! Ma che non lo sa come funzionano le cose qui?”. La risposta è sconcertante. La maleducazione intollerabile. L’assoluta rassegnazione di chi aspetta sconfortante.  L’unica possibilità è andarsene via, sconfitti. Sottostare ai tempi e ai modi di un sistema giudiziario vergognoso. 
Grazie per questo articolo che condividiamo in tutto e per tutto a:

Micol Paglia ed
 Il giornale d'italia

La Burocrazia italiana uno dei mostri piu cattivi e brutali per il nostro paese !!!

In Italia abbiamo un decifit di democrazia e un eccesso di burocrazia. Non a caso. Più prolifera la burocrazia, più diminuisce la democrazia. Nelle dittature, infatti, la burocrazia è usata per giustificare ogni nefandezza dello Stato. All'aumentare della burocrazia, come chiunque sa dopo aver affrontato quest'Idra dalle mille teste, diminuiscono i diritti dei cittadini. La burocrazia si nutre di sé stessa, è bulimica, si autoriproduce, ama la complessità dietro alla quale si rifugia e si giustifica. E' al servizio del Sistema, ma talvolta gli sfugge e diventa più forte di qualunque potere.
"Burocrazia: Organizzazione statale nella quale lo svolgimento dell'attività amministrativa, è affidato a enti che agiscono nel rispetto dei regolamenti (dizionario lingua italiana Hoepli)". Un ministro non può spostare neppure una pianta di ficus nel suo ufficio senza l'assenso della burocrazia, del regolamento. Si può mettere in discussione un partito e perfino un'Istituzione dello Stato, ma non la burocrazia. Con la sua immensa pletora di codici, codicilli, procedure, paragrafi, commi, eccezioni, metodi e via impazzendo, è invulnerabile. La burocrazia è, nei fatti, immune all'errore, se colta in flagrante nega, rimanda, si appella, gioca sul tempo e sulle sue immense risorse. Il comune cittadino deve dedicare metà della sua vita per avere una possibilità di vincere un ricorso. Meglio quindi espatriare o venire a patti.

Grazie a:
Beppe grillo  http://www.beppegrillo.it/2013/01/burocrazia_vs_democrazia.html

Insomma e poi ci lamentiamo della lentezza e dello squallore della burocrazia italiana?!?
Perche' non importa a nessuno di loro che un papa' o una mamma  non vede il proprio figlio da mesi e mesi.Soprattutto se la mamma straniera 'ma anche italiana'non avendo ne soldi ne posti dove andare,  decide di allontanarsi andando in un centro antiviolenza con una qualsiasi scusa o bugia per trovare tutta l'assistenza ....
Sapete che un centro antiviolenza prende fondi dallo stato e che per una coppia ''mamma e figlia'' il centro riceve quasi 200 euro al giorno? Quindi cosa vogliamo far capire?
Vogliamo dire che il centro non si informera' mai sulla reale violenza di coppia non gli interessa abbreviare i tempi,anzi...Gli interessano proprio i tempi lunghi della burocrazia !!!E per un padre e' la cosa peggiore che potrebbe capitare...E non si capisce perche' per mettere una sola firma un magistrato impiega mesi a volte anni,sara'  che ha qualcosa a che vedere con i finanziamenti statali che riceve il centro? Sarebbe tutta una combutta....
Sapete quanto e' interminabile una sola settimana senza vedere il proprio figlio e senza sapere come e dove sta?!?

Da un convegno organizzato a Bruxelles emerge che la performance della pubblica amministrazione italiana è "molto scarsa": siamo al 23° posto tra i 28 Paesi dell'Unione europea. I ritardi, secondo gli industriali, costano il 2% del Pil. Male anche sul fronte giudiziario: ci vogliono 1210 giorni per arrivare al terzo grado nelle cause civili.

 Anche nel caos di Lampedusa un pilastro si conferma incrollabile: la leggendaria burocrazia italiana, che anche nelle tragedie non soccombe mai. Un cancro che costa al paese 30 miliardi di euro all’anno e che tutti i governi hanno promesso invano di combattere. 

 Un Paese bloccato dalla burocrazia. La vera zavorra dell'Italia restano sempre commi, lettere e rimandi al altre leggi che rendono le nuove norme sempre più complicate. Che tradotto significa un peso per il nostro Paese quantificabile in 31 miliardi di euro che per Confartigianato pesa sulle imprese a causa della lentezza della giustizia. Ovvero poco più di 7 mila euro di media per ogni azienda -  

TEMPI BIBLICI DELLA GIUSTIZIA. Il Corriere della Sera ha sottolineato per esempio i tempi della giustizia.
La durata media di un processo civile in Italia per inadempienza contrattuale è di 1.210 giorni, ovvero oltre il triplo rispetto a Germania, Francia e Regno Unito.
Una procedura fallimentare da noi dura in media 2.567 giorni, ma c'è pure a chi va peggio. Come il caso di una piccola azienda della Puglia che s'è ritrovata a fare i conti con la giustizia per 48 anni.
Forse anche per questo gli investimenti stranieri si riducono sempre di più.

 BASSA QUALITÀ DEI SERVIZI. Nonostante il numero di dipendenti pubblici in Italia sia in linea con la media europea (sono circa 3 milioni), la qualità dei servizi offerti non è pari a quella degli altri.
Colpa delle mancate riforme in chiave meritocratica.

 liberare l'Italia dal ricatto della burocrazia !!!

Ebbene si la burocrazia e' un ricatto bello e buono.(Hai sbagliato in qualcosa e non ti spetta la galera? C'e la burocrazia!!!) Ma anche semplicemente per chiedere un permesso per costruire o qualcosa del genere?C'e sempre lei...La burocrazia !!!

  Per non parlare poi dei detenuti.....O di bimbi nati e cresciuti in carcere perche' la mamma scontava una pena.Questi bambini sono sempre vittime della burocrazia italiana che non si adegua !!!

 

 

 

 

 

 

Guerra civile in Venezuela, ma nessuno sembra accorgersene

Bassil Alejandro Dacosta (24 anni), Neyder Arellano (23 anni), Robert José Redman Orozco (28 anni) e Juan Montoya (40 anni). Sono le quattro vittime delle violenze esplose in tutto il Venezuela il 12 febbraio scorso. Centinaia di migliaia di persone si sono unite agli studenti che nel giorno della Gioventù sono scesi in piazza per chiedere la fine della povertà, la fine degli stenti, la fine della violenza e della "criminalità di Stato". Insomma, la fine del governo del presidente Nicolas Maduro, ex autista e delfino di Hugo Chavez. Ma Maduro, ribattezzato Maburro (asino) dai manifestanti, ha ordinato la repressione feroce dei manifestanti.
In Venezuela c'è la censura, ma tramite i social network le informazioni da Caracas (e non solo) arrivano in tutto il mondo.

Dal 12 febbraio scorso in Venezuela va in scena la guerra civile, ma nessuno nel resto del mondo sembra accorgersene. Nella giornata della Gioventù, migliaia di studenti sono scesi in piazza per chiedere la fine del governo di Nicolas Maduro, l'ex autista del defunto presidente Chavez che oggi parla con un uccellino che sostiene trasmettere il verbo dell'ex leader venezuelano. Erano armati di striscioni e altoparlanti per gridare i loro slogan e la loro rabbia. Ma la polizia aveva fucili, pistole e manganelli e li ha usati tutti.
Il risultato sono quattro ragazzi morti, centinaia di feriti e quasi cento arresti in tutto il Paese. Ma non è finita qui. Perché su Twitter e Facebook (#Sosvenezuela e Indignados de Venezuela )rimbalzano foto e racconti raccapriccianti di studenti e oppositori brutalmente picchiati e torturati. Lo stesso presidente Nicolas Maduro ha annunciato che farà "pulizia" di oppositori, tutti accusati (come nella migliore delle tradizioni chaviste) di essere al soldo degli Stati Uniti d'America.
In tanti oggi si chiedono stupiti come mai il Venezuela si trovi sul fondo della lista dei Paesi più poveri dell'America Latina, quando è ricco di risorse naturali e di ogni ben di dio. Come scrive Rossana Miranda (venezuelana) su Formiche.net, "la produzione di petrolio nel 2013 è arrivata a 2.759 milioni di barili al giorno, venduti a quasi 100 euro l'uno, ma l'economia venezuelana si sta sgretolando".
Il Paese di Simon Bolivar importa quasi l'80% dei prodotti per il mercato interno dall'estero e ha un'inflazione tra le più alte del mondo, oltre il 56%, tanto da battersela con l'Argentina di Cristina Fernandez de Kirchner, storia alleata e amica del cuore del defunto Hugo Chavez. E non è un caso nemmeno questo, perché in economia (come in tutto il resto) il caso non esiste.
Oggi in Venezuela migliaia di persone stanno manifestando contro il loro presidente che reprime l'opposizione nel sangue, ma il mondo sembra disinteressarsene. Perché? "Questo silenzio sulla situazione in Venezuela è dovuto alla censura governativa", racconta a Panorama.it Cono Carrano, un ragazzo venezuelano che vive e lavora in Italia. "Sono state oscurate tutte le televisioni private. Se la gente si sintonizza sui canali di Stato trasmettono telenovelas e discorsi del presidente, ma non c'è alcun accenno ai morti di Caracas e alla feroce repressione di Maduro".
Maburro, così viene chiamato il presidente venezuelano, delfino e autista di Chavez. Ma non è un nomignolo dolce. Burro in spagnolo significa asino. E questa è l'accusa che viene fatta a Maduro, l'uomo che non capisce nulla di economia e politica, e che segue pedissequamente le indicazioni che arrivano da Cuba.
Il nuovo presidente è totalmente nelle mani di Raul Castro. "Il Venezuela ormai è governato da un regime castro-comunista", dichiara Cono Carrano, e aggiunge che gli aerei militari cubani sono già volati a Caracas per sostenere il presidente. Un dovere per l'Avana aiutare il capo di Stato venezuelano, visti i fiumi di petroldollari che negli ultimi anni Hugo Chavez ha sganciato a Cuba per mantenerla in vita.
Ma, adesso, è il Venezuela che rischia di esalare l'ultimo respiro. Il paese è strangolato dalla povertà e dalla criminalità. Solo nel 2013 ci sono stati 24 mila omicidi, e quasi tutti sono rimasti impuniti. I venezuelani si sentono sempre più poveri e sempre più insicuri. Per strada possono ucciderti per un tozzo di pane o una bottiglia di latte.
E tramite i social network, che riescono a eludere la censura, circolano storie dell'orrore. Torture, percosse brutali ai danni di dissidenti del regime, tanto che sembra di leggere le cronache insanguinate del Cile di Pinochet. Ma Nicolas Maduro va avanti e afferma che gli oppositori saranno catturati uno per uno e che verrà fatta giustizia. Altro che Socialismo o muerte. In Venezuela oggi va in scena il Socialismo y muerte. E il mondo tace e sta a guardare.
Un twit di una studentessa di caracas denuncia le torture che sembrano bruciature di sigarette ai danni dei manifestanti da parte della polizia.
 


CONTRO I LEADER
Anche questa volta, come accaduto in passato, Maduro ha puntato il dito contro gli Stati Uniti. Secondo il presidente, il governo americano ha infiltrato alcuni agenti per seminare instabilità nel Paese e realizzare il suo progetto “imperialista”. Per questo ha deciso di espellere tre funzionari dell’ambasciata americana in Venezuela. “Ho dato l’ordine al ministro degli Affari esteri, Elias Jaua… che se ne vadano a cospirare a Washington”, ha detto Maduro.
Contro i leader dell’opposizione venezuelana, invece, il capo di Stato ha annunciato in un discorso televisivo un ordine di arresto nei confronti di Iván Carratú e Fernando Gerbasi. I due sarebbero stati intercettati mentre sostenevano che la manifestazione del 12 febbraio sarebbe stata come quella dell’11 aprile, giorno in cui a seguito di una protesta in cui sono morte 17 persone, le forze armate hanno deposto il presidente Hugo Chávez. Inoltre, un giudice ha autorizzato l’arresto di un altro importante leader dell’opposizione: Leopoldo López. Nonostante la minaccia, López ha detto che domani sarà in prima fila in una manifestazione davanti al ministero dell’Interno e della Giustizia per chiedere la fine delle violenze contro gli studenti.
 Con la morte di Chavez e la malattia di Fidel Castro adesso gli USA tornano all'attacco dunque? non per niente i due leader si sono ammalati che lo stesso presidente del venezuela definiva 'strana epidemia'.Qui vi riporto alcune righe di un altro post fatto da noi qualche mese dedicato a Chavez,a questo link http://globalr-evolution.blogspot.it/2013/10/cia-esperimenti-di-cancro-con-i.html
In una serie di suoi discorsi pubblici Hugo Chavez ha definito come "epidemia" i casi di cancro che stanno colpendo molti presidenti latino-americano, definendo tutto ciò un fenomeno strano ed allarmante. Il cancro ha colpito Chavez in primis, il presidente paraguayano Fernando Lugo, Dilma Rouseff e Lula da Silva (Brasile), Crisitina Fernandez (Argentina),ed anche la malattia di Fidel Castro e' molto strana. Tutti loro sono conosciuti come politici di centro-sinistra che lottano per accellerare il processo di integrazione dell'America Latina e per liberarsi del dominio degli Stati Uniti nell'emisfero occidentale. Chavez ha parlato di imperi che sono pronti a tutto pur di raggiungere i loro obiettivi.
Se prima a manifestare era la borghesia, da sempre in opposizione al regime chavista, ora la protesta si è estesa anche nella classe popolare che rimpiange il presidente scomparso Hugo Chávez.

E questa rivolta in Venezuela secondo voi non ha niente a che vedere con quella Ucraina ? 
E perche' i telegiornali non ne parlano proprio..?!?

Comunque vi lascio con questo video che dimostra solo una parte  della violenza dell'esercito di Maduro nel reprimere i manifestanti,che sa di nuovo ordine mondiale con fucili, pistole e torture !!!










mercoledì 4 dicembre 2013

La loggia P2 e il Nuovo ordine mondiale un unica cosa


Gli anni 60 sono stati gli anni d'oro,che hanno dato il via a molteplici esperimenti su grande scala riguardo al controllo di diverse cose.Il controllo climatico,e l'inizio delle prime scie chimiche.Il controllo mentale delle masse,attraverso il sistema chiamiamolo ''droga,sesso e rock and roll''.Il controllo dei media,giornali,musica,film,ecc...Il controllo finanziario delle banche private,ed anche in quel periodo  cominciarono a venire fuori le prime multinazionali alimentari e sempre in quel periodo non vi sembra strano che in Italia operasse una loggia segreta alla stessa Massoneria gia segreta di per se,chiamata Loggia propaganda 2,o anche Loggia p2,e che operava a livello internazionale o mondiale.E che come abbiamo gia scritto nel post  loggia-p2-loggia-propaganda-due. dopo la seconda guerra mondiale era stata riorganizzata anche la loggia P2, con l'aiuto della massoneria USA, trasferendovi i massoni più in vista o che dovevano restare "coperti". 

Cosi' dal dopoguerra ''almeno'' la loggia p2 divento' internazionale e non riguardava piu solo l'italia ma USA,Uruguai,Argentina ecc....
Quindi noi siamo convinti che non solo le due guerre siano state orchestrate da loro a dovere,ma che dalla fine della seconda guerra mondiale,tutti noi siamo sempre piu schiavi e cavie umane,anzi meglio dire che lo siamo gia da intorno la fine del 1880-90.Risalendo cosi',davvero alle prove dei primi Illuminati o la creazione della Loggia p2.Per chi non lo sapesse l'ordine degli illuminati di baviera fu  fondato nel 1776 da un ex gesuita (come papa Bergoglio)di nome Adam Weishaupt,e pensate ''ironia della sorte''che i Gesuiti furono soppressi solo tre anni prima,da Papa Clemente XIV.Si pensa che furono i gesuiti o illuminati a cospirare per  la rivoluzione Francese e quella Americana (che si sa comunque che furono i massoni a crearle).Napoleone Bonaparte e' stato un loro alleato come anche Hitler, Mussolini e tutti quelli con ideali imperialisti.Un idea rubata ai Romani di preciso da Giulio Cesare e Alessandro Magno ''il grande'',la Roma Imperiale....
Oggi siamo sotto dominio imperialista o Nazista,formato da un elite di persone potenti appartenenti alla loggia p2,skull & bones,illuminati e altre societa' segrete di societa' segrete come la massoneria,e portano avanti i loro piani i loro ideali come ad esempio il nuovo ordine mondiale e la globalizzazione.Davvero voi avete abboccato che la loggia p2 si sciolse e non esisteva piu?!? Pensate che anche il noto boss della camorra Carmine Schiavone ha detto alle iene di italia 1 che fino al 2000 le scorie radioattive e nucleari e tutti i rifiuti tossici provenienti da tutta europa,venivano sepolti e smistati nella zona tra napoli e caserta,grazie ad accordi tra persone influenti della politica,camorra ma soprattutto per volere della P2.Schiavone questa storia  l' ha denunciata 16 anni fa,e lo stato impose il ''segreto di stato''.Ora sedici anni fa che anno era? Era il 1997 ma calcolate che dal momento della denuncia mica stopparono le opere?!?Noooo sono comunque andati avanti io credo fino ad oggi a seppellire rifiuti tossici in quelle sfortunate zone.Il 10 Dicembre 1981 il Parlamento ha ufficialmente sciolto la P2.Pensate l'81 come mai Schiavone parla della p2 negli anni 90 fino al 2000 quasi?
E poi vi ricordo che la loggia fu ASSOLTA in tribunale ed anche se formalmente dicono di averla sciolta,tutti i componenti o affiliati non furono arrestati ma erano a piede libero.Parliamo di persone davvero potenti.....Vi invito a leggere anche questo post per farvi un idea http://globalr-evolution.blogspot.it/2013/10/loggia-p2-loggia-propaganda-due.html.
Quindi io vi dico che oggi il nuovo ordine mondiale e la globalizzazione sono progetti di questa elite di societa' segrete potentissime affiliate tra loro collaborando come fossero un unica cosa !!! Ma ora ormai ci stiamo avviando quasi nel punto di non ritorno,perche' queste societa' ormai sono diventate influentissime in ogni settore e stanno monopolizzando qualsiasi cosa.Pensate addirittura i semi,cioe' l'agricoltura con l'OGM avranno un altro monopolio incontrastato,poi tocchera' all'acqua,ed infine a questo punto pure l'aria!!!
Ma la vera guerra sara' per le nostre menti e la nostra anima,perche' si sa che una ben nota societa' come la mastercard e' gia pronta a produrre microchip rfid sottocutanei destinati a noi esseri umani per l'atto finale della sottomissione a loro !!! Oltre a tutto quello che gia ci stanno combinando attraverso le scie chimiche e le onde di risonanza,che influirebbero sul nostro cervello, sui nostri pensieri. Eppure io da un po a questa parte ripeto sempre una frase: Il mondo sta girando alla rovescia !!! 
Non vorrei crederci ma negli ultimi anni sto vedendo cose assurde,come catastrofi naturali come  mai viste prima,un boom incredibile su malattie rare e sconosciute ma soprattutto di tumori,un boom incredibile di omosessualita' soprattutto di donne lesbo,inquinamento di ogni specie e forma :mare,aria,terra,cibo .....Religioni sotto attacco continuamente ''soprattutto' il cristianesimo''.
Mi accorgo comunque che vogliono e stanno inculcandoci nuovi pensieri,nuove percezioni,nuove dottrine che non sono poi meglio delle nostre vecchie.Anzi questo nuovo ordine non ha assolutamente ne principi ne morale ne amore,sembra basato su cose materiali e poco intelligenti,ed ha molto a che fare col satanismo o anticristo http://globalr-evolution.blogspot.it/2012/04/satanisti-comandano-il-mondo.html
Stanno plasmando i nostri figli cominciando gia dalla musica,film,e video musicali che sono ormai pieni di simbologia degli ''illuminati''.
Io comunque vi esorto ad avere fede,tenacia ma soprattutto AMORE verso il prossimo!!! 
Solo restando uniti potremmo farcela contro questo grande mostro,senza farci guerre tra noi,senza dividerci ne odiarci perche' loro questo vogliono la loro strategia e' proprio quella di dividerci perche' loro sanno che se tutti noi restassimo uniti e avremmo amore  per noi stessi e per gli altri non potrebbero mai batterci, e' questa la nostra forza




Scie chimiche: i veri motivi - Fermiamoli (+playlist)
















  Questi due piccoli video spiegano per bene tutta la vicenda
                

Grazie a Rosario e Antonio Marciano'  "Tanker enemy"


 In questo video di Felce e Mirtillo, spiega benissimo tutto quello che volevo scrivervi,ed a volte e' meglio un video dove spiega bene che leggere un post....





lunedì 21 ottobre 2013

Non solo Monsanto: Brevetti OGM anche per BAYER e BASF


di Ruth Tippe (KEIN PATENT AUF LEBEN!) e Philipp Mimkes
La discussione sui semi geneticamente modificati è dominata dalle critiche rivolte alla MONSANTO. Sulla scia della MONSANTO la compagnia tedesca BAYER è diventata una delle più grandi multinazionali dell'agricoltura nel mondo. La BAYER è già oggi uno dei principali fornitori di pesticidi e di semi. Una recente indagine all'Ufficio Europeo dei Brevetti mostra che, in termini di numero di brevetti sugli OGM, la BAYER è addirittura la prima.
Mais, frumento, riso, orzo, soia, cotone, barbabietola da zucchero, rape, patate, tabacco, pomodori, uva: la lista delle piante transgeniche di cui la BAYER CROPSCIENCE detiene il brevetto, è lunga. La multinazionale ha brevettato anche alberi geneticamente modificati, come per esempio, pioppi, pini ed eucalipti. Questo è il risultato di una recente indagine presso l'Ufficio Europeo dei Brevetti di Monaco, in Germania, condotta dalla Coalizione contro i pericoli derivanti dalla Bayer (Germania) assieme a No Patents on Seeds! (No ai brevetti sui semi!). A questo scopo, l'iniziativa ha esaminato tutte le richieste di brevetto presentate dalla BAYER negli ultimi 20 anni. Secondo i risultati dell'indagine, la Compagnia possiede 206 dei 2000 brevetti concessi in totale in Europa su piante transgeniche. Questo mette la BAYER al primo posto, davanti a PIONEER (179), BASF (144), SYNGENTA (135) e MONSANTO (119).


Crescente concentrazione del mercato
Con una fetta di mercato del 20 per cento, la BAYER CROPSCIENCE, una sussidiaria posseduta interamente dalla BAYER AG, è la seconda maggior produttrice al mondo di pesticidi, (dopo SYNGENTA). Riguardo ai semi la Compagnia è al settimo posto con una fetta di mercato del 3 per cento.
Il processo di concentrazione del mercato agricolturale sta procedendo da decenni. Nel settore semi e pesticidi, le dieci più grandi multinazionali possiedono una fetta di mercato di oltre il 70%. L'obiettivo di questo oligopolio è quello di spartirsi il mercato, stabilire i prezzi, indirizzare le politiche e, alla fine, controllare il modo in cui l'umanità produce il cibo e quindi controllare le sorti dell'intero pianeta. "Chi controlla i semi, comanda il mondo" ha detto una volta l'ex Segretario di Stato statunitense Henry Kissinger. E, a tal fine, i brevetti su piante e animali sono mezzi essenziali.
Già nel 2008 lo studio International Assessment of Agricultural Science and Technology for Development (valutazione internazionale della scienza agricola e della tecnologia per lo Sviluppo, IAASTD), avviato dalle Nazioni Unite e dalla Banca Mondiale, ha espresso preoccupazione per il fatto che la ricerca e la diffusione delle conoscenze vengono limitate dalla crescente registrazione di brevetti. Specialmente nei paesi in via di sviluppo, ciò rende più difficile l'adozione di pratiche agricole adattate alla situazione locale, che contribuirebbero alla sicurezza alimentare e alla sostenibilità economica.

Uso crescente di erbicidi
MONSANTO è di gran lunga il maggior fornitore nel mondo di semi geneticamente modificati. La multinazionale ha acquisito dozzine di piccoli produttori e coltivatori di semi, raggiungendo una fetta di mercato intorno al 27%. La compagnia statunitense è anche davanti a tutti nella vendita di erbicidi: il 95% della soya OGM e il 75% di piante OGM, tipo il mais o il cotone, sono resistenti all'erbicida glifosato (nome commerciale ROUNDUP), sviluppato dalla MONSANTO.
Ci sono studi che indicano che l'uso di questa sostanza può causare difetti alla nascita e cancro. Un numero sempre più alto di coltivatori ne vengono avvelenati, soprattutto in America Latina. Contrariamente alle costanti promesse dell'industria, l'uso di piante geneticamente modificate non ha per niente diminuito l'uso di pesticidi, che invece è continuamente aumentato. Le critiche rivolte alla MONSANTO, sono quindi giustificate.
Ma questo mette le compagnie tedesche BAYER e BASF in una posizione di comodo, in quanto non ricevono molta attenzione nel dibattito pubblico. Invece, il glufosinato, un pesticida della BAYER, parente del glifosato, che viene usato anch'esso in combinazione con semi resistenti agli erbicidi, è altrettanto pericoloso. Il principio attivo può causare deformità nel feto ed è perciò classificato come reprotossico. Per questa ragione l'erbicida dovrà essere ritirato dal mercato europeo al massimo entro il 2017. Ma ciò non ha impedito alla BAYER di annunciare, nel maggio 2013, la costruzione di una nuova enorme fabbrica di glufosinato negli USA. Con questa mossa, la multinazionale vuole colmare il vuoto causato dalla crescente inefficacia del glifosato contro le erbe selvatiche.
Arriva la BAYER
Nel campo della "tecnologia OGM verde", la BAYER sta costantemente avanzando.
La Compagnia sta portando avanti la ricerca sulle piante geneticamente modificate, fin dagli anni '80. Nel 2001 ha fatto il suo ingresso tra le grandi del settore con l'acquisizione di AVENTIS CROPSCIENCE, la quale a sua volta era stata creata dai settori OGM di SCHERING, RHONE POULENC e HOECHST. In seguito la BAYER ha comprato altre compagnie, come PLANT GENETICS SYSTEMS, PLANTTEC, PROSOY GENETICS e ATHENIX. Inoltre ha creato accordi di cooperazione con compagnie di biotecnologia, come la EVOGENE (ricerche sul riso), MERTEC (soia) e FUTURAGENE (cotone), oltre che con istituti di ricerca come il Commonwealth Scientific and Industrial Research Organisation (frumento) e il Brazilian Centre for Sugarcane Technology (canna da zucchero).
Al momento la BAYER raggiunge le vendite maggiori con i semi di cotone, su cui la Compagnia possiede 18 brevetti OGM. La BAYER fornisce anche colza, canna da zucchero, mais e soia geneticamente modificati e, già dieci anni fa, ha fatto domanda per l'importazione in Europa del riso OGM resistente agli erbicidi, LL62.







206 brevetti OGM della BAYER
La nostra indagine mostra che negli ultimi 20 anni, la Bayer ha presentato un totale di 771 domande all'Ufficio Europeo Brevetti e 206 di queste sono state accettate (vedi tabella). Addirittura due compagnie tedesche sono in testa per numero di brevetti assegnati negli ultimi tre anni: la BASF con 69 e la BAYER con 56.
La BAYER, detiene 26 brevetti solo per amido e zucchero. L'obiettivo è quello di produrre amido per uso industriale attraverso piante geneticamente modificate e, sempre attraverso la modificazione genetica, produrre specifici tipi di zucchero per usi speciali.
23 brevetti della BAYER riguardano la resistenza agli erbicidi. I brevetti sul glufosinato risalgono in parte agli anni '80 e sono ora scaduti. Per estenderne la durata, la BAYER ha apportato piccoli cambiamenti al DNA di piante importanti come la soia e il cotone e ha fatto domanda di nuovi brevetti in tal senso.
Dal momento che il brevetto per il glifosato della MONSANTO è anch'esso scaduto, la BAYER lo sta producendo e detiene 10 brevetti sulle tecnologie di produzione. Per esempio, il brevetto N. EP1994158, descrive un processo di resistenza al glifosato con il quale la BAYER ha avanzato diritti su ben 23 piante diverse, tra cui mais, frumento, orzo, soia e riso, vari alberi e addirittura erbe.
Lo scandalo della contaminazione
In agosto 2011, la BAYER ha ricevuto dall'Unione Europea, il permesso di importare la soia resistente al glufosinato del tipo A5547-127. Questo tipo di soia sarà coltivata principalmente in Sud America e importata in Europa come mangime per animali. Solo pochi mesi prima, la Compagnia aveva ottenuto, per questa soia, un brevetto che sarà valido fino al 2026. Il brevetto, con il prevedibile proposito di evitare controlli indipendenti, dà alla Compagnia anche il diritto esclusivo di controllare i semi per quanto riguarda le contaminazioni da questo tipo di soia geneticamente modificata.
Una pianta resistente al glufosinato, è anche stata la responsabile del più grande scandalo da contaminazione nella storia dell'ingegneria genetica. Nel 2006, il riso genetico modificato del tipo LL 601, fu trovato nei supermercati di tutto il mondo, anche se non esisteva alcun permesso. Poco più del 30% del raccolto degli Stati Uniti risultò contaminato. L'Europa e il Giappone bloccarono tutte le importazioni di riso dal Nord America. Nel 2012 la BAYER dovette pagare oltre 900 milioni di dollari di indennizzo ad agricoltori danneggiati dalla contaminazione.
Il riso LL 601 esiste ancora e viene regolarmente trovato nel riso commerciato convenzionalmente.

Brevetti Terminator
Per migliaia di anni gli agricoltori hanno prodotto i loro semi creando tipi di piante che si adattavano in modo ottimale alle condizioni locali. Questo metodo auto-perpetuante è chiaramente problematico per i produttori su vasta scala. Il trucco più insidioso usato dai giganti dell'agricoltura contro la libera riproduzione dei semi, è la cosiddetta "tecnologia terminator": una modificazione genetica che rende la pianta sterile dopo un solo ciclo di semina e costringe quindi gli agricoltori a comprare ogni anno nuovi semi.
Tutte le grandi compagnie del settore agricolo conducono ricerche sui semi "terminator" e hanno ottenuto dei brevetti in questo campo. Dopo l'acquisizione di Hoechst Schering Agrevo GmbH (in seguito divenuta AVENTIS), anche la BAYER detiene brevetti sulla tecnologia "terminator". Per esempio, uno si chiama "Processo per la produzione di piante a sterilità femminile".
Le piante terminator non sono usate al momento, perchè dal 2000, esiste una moratoria dovuta alla Convenzione ONU sulla diversità biologica. Questa però non è legalmente vincolante e ci sono stati svariati tentativi di indebolire il bando. Se questi tentativi dovessero aver successo, ne deriverebbe una immensa minaccia alla biodiversità e alla sicurezza alimentare di milioni di persone che vivono solo di agricoltura, specialmente nei paesi in via di sviluppo. Per questo, ci sono in tutto il mondo iniziative ecologiche che chiedono un bando permanente su questa tecnologia, così come sui brevetti che la riguardano.
Scambio di brevetti
Malgrado l'alto numero di brevetti e cooperazioni, il programma di ingegneria genetica della BAYER si basa principalmente su due sole tecniche: prima, semi resistenti agli erbicidi, venduti in combinazione con gli erbicidi glufosinato o glifosato; seconda, piante che contengono il Bacillus thuringiensis (Bt), un batterio velenoso che uccide gli insetti.
Entrambi i metodi sono sul mercato dagli anni '90. A causa dei pericoli che causano all'uomo e all'ambiente, la Coalizione contro i pericoli derivanti dalla Bayer (CBG Germania) chiede che il glufosinato e il glicosato siano immediatamente ritirati dal mercato.
Dal momento che le piante geneticamente modificate perdono via il loro effetto, la BAYER ha scambiato molti brevetti con MONSANTO, DUPONT, SYNGENTA e DOW. Le compagnie usano ora le tecniche dei loro concorrenti e offrono semi che sono resistenti a due o anche tre erbicidi. Nel 2012 è stato introdotto un tipo di soia resistente al glufosinato, al glifosato e al 2,4D (quest'ultimo era un componente del defoliante Agent Orange, usato in Vietnam). La MONSANTO ha recentemente fatto domanda per avere il permesso di importare in Europa il mais dolce "Smartstax", che non solo è immune al glifosato e al glufosinato, ma contiene anche sei tossine del Bacillus thuringiensis.





Brevetti su piante convenzionali
Negli ultimi 25 anni, la BAYER e i suoi simili non sono riusciti a scuotere lo scetticismo dei consumatori Europei nei confronti dell'ingegneria genetica. La BASF si è arresa e ha spostato negli USA l'intero settore della ricerca sugli OGM.
Inoltre le profezie sugli esiti delle manipolazioni genetiche si sono rivelate sbagliate. I raccolti non sono aumentati significativamente e l'uso dei pesticidi non si è ridotto. Per questi motivi la BAYER sta ora intensificando di nuovo l'uso di metodi di coltivazione convenzionali. Ma la coltivazione convenzionale genera profitto solo se la compagnia ha dei brevetti su di essa, e così la BAYER mira a ottenerli e ci è già riuscita. Nell'agosto del 2011, l'Ufficio Europeo Brevetti, ha concesso un brevetto per la coltivazione di piante con accresciuta resistenza allo stress (brevetto EP1616013). Il brevetto è valido fino al 2024. I fattori considerati di stress sono, per esempio, siccità, troppa luce o troppo calore o un terreno povero di sostanze nutrienti.
Solo 100, dei 2000 brevetti rilasciati dall'Ufficio Europeo Brevetti, riguardano piante coltivate convenzionalmente. Una prassi comune è anche quella di prendere piante coltivate prima convenzionalmente e geneticamente manipolate in seguito, perché in questo modo è più facile ottenere il diritto al brevetto. Concedendo questi brevetti, l'Ufficio Europeo Brevetti accetta, di fatto, che anche piante coltivate convenzionalmente siano dichiarate "invenzioni" e che le risorse genetiche vengano monopolizzate.
Questo dimostra che la legge internazionale sui brevetti è cambiata significativamente. Sia la Convenzione di Strasburgo sui Brevetti, nel 1963, che la Convenzione Europea sui Brevetti, nel 1977, escludevano richieste di diritti proprietari riguardanti "procedure essenzialmente biologiche". Razze e speci di animali o piante non venivano considerate invenzioni da proteggere e l'obiettivo della decisione era quello di impedire che i processi vitali divenissero beni di mercato. Questa situazione avrebbe reso pressoché impossibile che l'ingegneria genetica diventasse un settore economico redditizio. Perciò le lobby della BAYER e delle altre compagnie, hanno fatto di tutto per reinterpretare la legge con qualche acrobazia legale. Il colpo buono è venuto nel 1980, quando un ufficio brevetti statunitense ha concesso il copyright su un batterio, sostenendo che era molto più simile a un composto chimico senza vita che non a un cavallo, a un'ape o a una fragola. Da quel momento in poi le cose si sono mosse in fretta. Nel 1988, l'Università di Harvard è riuscita ad ottenere la proprietà intellettuale sul cosiddetto oncomouse (un topo particolarmente suscettibile di contrarre il cancro) e ha immediatamente concesso un contratto di licenza alla compagnia farmaceutica DuPont. Oggi, l'Ufficio Europeo Brevetti concede diritti proprietari anche su piante coltivate convenzionalmente.
C'è comunque uno spiraglio di speranza. Nell'ultimo incontro prima della pausa estiva, il Deutscher Bundestag, il parlamento tedesco, ha deciso di cambiare la legge tedesca sui brevetti e bandire la concessione di diritti proprietari su animali e piante allevati convenzionalmente. E' vero che questa legge non interferisce con le pratiche dell'Ufficio Europeo Brevetti, ma è possibile che altri paesi decidano di imitarla e bandiscano i brevetti sugli organismi viventi.

Numero di brevetti emessi dall'Ufficio Europeo Brevetti
1. BAYER 206
2. DUPONT-PIONEER 179
3. BASF 144
4. SYNGENTA 135
5. MONSANTO 119
6. DOW 20
Numero di domande di brevetto
1. DUPONT-PIONEER 1.454
2. BASF 1.273
3. SYNGENTA 961
4. MONSANTO 811
5. BAYER 771
6. DOW 228


Aggiungi didascalia
  
CBG Coordination gegen BAYER-Gefahren/Coalition against BAYER-Dangers


 
Coalizione contro i pericoli derivanti dalla Bayer
Le grandi compagnie multinazionali determinano le scelte politiche in tutto il mondo. Uno dei maggiori attori sulla "scena globale" è la tedesca Bayer AG, enorme produttore di prodotti chimici e farmaceutici che opera nella maggior parte dei paesi del mondo e le cui vendite nel 2001 hanno quasi raggiunto i 30 miliardi di dollari. Essa opera in quattro distinti settori: salute, agricoltura, polimeri (plastiche, gomma sintetica) e chimica. Ha recentemente acquisito Aventis CropScience, la controversa industria di scienza dei raccolti, facendone una azienda cardine nello sviluppo, commercializzazione e vendita di organismi geneticamente modificati.
Nella la sua massiccia partecipazione per oltre 125 anni in questi quattro settori chiave, la Bayer ha accumulato una notevole storia di crimini multinazionali, che vanno dalla fabbricazione di sostanze mediche controverse (eroina, Ciproxin, Baycol), allo sviluppo di veleni e agenti chimici per uso bellico (Chlorine gas, Zyklon B e VX), all'utilizzo del lavoro forzato durante la seconda guerra mondiale, a numerosi casi di avvelenamenti, effetti collaterali e inquinamento ambientale, collegati ai suoi prodotti chimici e farmaceutici. Nel dicembre 2001 Multinational Monitor ha classificato la Bayer tra le prime dieci peggiori compagnie dell'anno.
Non c'è paese al mondo in cui la Bayer non sia presente. Le vecchie aziende sussidiarie della IG FARBEN, BASF, Bayer e HOECHST dominano tra le industrie chimiche europee e tedesche e hanno un fatturato annuo complessivo di 90 miliardi di Euri. Nessun governo, uomo politico o istituzione può sfuggire all'influenza di un blocco tanto potente. Le critiche alla Bayer valgono in generale per le compagnie multinazionali e in particolare per quelle del settore chimico.

DENUNCIARE GLI ABUSI
La Coalition Against Bayer Dangers (coalizione contro i pericoli derivanti dalla Bayer)(CBG), sa che le grandi compagnie multinazionali sono responsabili in modo decisivo di problemi ecologici, sociali, etici e politici a livello globale. CBG vede la Bayer come un creatore di tendenze nel campo dell'industria chimica e come un esempio di politica aziendale multinazionale. L'obiettivo della CBG è di rendere trasparenti le politiche aziendali della Bayer e di esporne gli abusi in qualunque fabbrica del mondo, di aiutare le persone colpite dagli abusi, di organizzare una opposizione, di lottare per ottenere miglioramenti e di proporre alternative oltre ad assicurare la protezione dell'ambiente, i diritti umani e l'assistenza sociale. La CBG che iniziò nel 1978 come iniziativa locale, lotta con successo contro i pericoli della globalizzazione e contro l'apparente strapotere del gruppo Bayer usando azione, informazione e solidarietà internazionale. La CBG ha collaboratori, interni od esterni alle fabbriche della Bayer, in 46 paesi del mondo.
DALL'ASPIRINA AI LAVORI FORZATI
La compagnia Bayer si interessa solo del proprio profitto e collabora in continuazione con dittatori e criminali di guerra - da Hitler a Pinochet. Lo stesso capo della Bayer, Carl Duisberg, durante la prima guerra mondiale ha promosso l'idea di lavoro forzato. L'idea si pervertirà in seguito in omicidio di massa presso il campo di concentramento di Monowitz di proprietà della stessa IG FARBEN. La compagnia si trascina un'enorme colpa per il suo pesante coinvolgimento nella pianificazione, preparazione e avvio di entrambe le guerre mondiali. Il Tribunale Internazionale per i Crimini di Guerra ha trovato la compagnia colpevole di corresponsabilità nella guerra e nei crimini della dittatura nazista.
Contro le multinazionali bisogna pur fare qualcosa.
Noi lo stiamo facendo con successo.
1982 Denuncia del coinvolgimento della Bayer nello sviluppo e nella produzione dell'agente chimico bellico VX per l'esercito americano.
1983 Partecipazione nell'organizzazione del Tribunale Internazionale delle Acque e stesura della causa contro la Bayer. Una qualificata giuria di esperti internazionali, ha trovato la Bayer colpevole di tutti i reati a lei ascritti.
1984 Gli 'Azionisti Critici' parlano per la prima volta agli azionisti nella assemblea generale della Bayer. Questo è diventato un esempio per azioni simili contro altre grosse compagnie e banche.
1985 Denuncia delle responsabilità del gruppo Bayer nello scandalo spagnolo dell'olio da insalata, che è costato la vita o la salute a migliaia di persone.
1986 Partecipazione alla "Bloccata contro l'Acido Diluito" alla fabbrica Bayer di Antwerp. In seguito alla bloccata la legislazione è stata cambiata e la Bayer ha "volontariamente" smesso di scaricare nel Mare del Nord acido diluito altamente tossico.
1987 Protesta contro la costruzione di una fabbrica della Bayer nel mezzo delle pianure di fango dell'Australia. La fabbrica non è stata costruita.
1988 Campagna contro lo sfruttamento e la privazione dei diritti die lavoratori in America Latina. Bayer è stata costretta a riassumere i sindacalisti licenziati.
1990 Campagna contro il pesticida della Bayer LEBAYCYD in Grecia. Il sindaco dell'isola di Paxos ha ringraziato la CBG per il suo sostegno nella lotta contro la Bayer. La CBG è un membro fondatore di Pesticides Action Network (Rete d'Azione contro i Pesticidi) (PAN).
1991 Sensazionale vittoria della CBG al tribunale supremo della Germania. Fallisce il tentativo della Bayer di smantellare i diritti democratici.
1992 Denuncia delle letali condizioni di lavoro nella sussidiaria Bayer, CHROME CHEMICALS, in Sud Africa.
1993 I raccoglitori di fiori della Colombia parlano contro i pesticidi della Bayer all'assemblea degli azionisti.
1994 Inizia l'azione legale contro la Bayer per la cosciente e mortale infezione col virus dell'Aids, di migliaia di emofiliaci, dovuta all'uso di prodotti a base sangue contaminato fornito dalla Bayer.
1995 Inizio della campagna denominata "Never Again!" (Mai più!) per ottenere dalla Bayer e altre compagnie un compenso finanziario per le vittime dei lavori forzati della IG FARBEN.
Questa lista dei nostri successi è incompleta e contiene solo alcuni esempi.
Coalizione contro i pericoli derivanti dalla Bayer
 
 
 
 
 




Manifestazione a Roma il 19/10/2013

Vogliamo dedicare questo piccolo post, alla manifestazione del 19/10/2013 a Roma.
Perche',siamo stati li anche noi,a protestare pacificamente nonostante le infinite provocazioni fatte proprio al corteo per provocare disagi,da un gruppo di fascisti di casapound di Roma.Dopo, secondo noi infiltratisi nel  corteo per creare danni e cattiva publicita' .Tutti hanno notato che comunque c'e un intesa tra casapound e forze dell'ordine.Uno di noi arrivo' in ritardo e passo' per fuori casapound trovando gruppi di giovani con caschi in mano insieme ad un sacco di polizia e carabinieri,lungo tutta  la strada almeno per cento metri erano tutti in attesa, parlando e scherzando con le forze dell'ordine.Dopo una oretta, il corteo affianca la strada ''ma senza pensarla'' di casapound,arrivano questi con lanci di bottiglie,pietre,ecc....Ma il bello , che mentre facciamo le foto arrivano i cellerini,che si schierano davanti a loro ma non faccia a faccia,ma di spalle come se volessero caricare i giornalisti o pronti per chi abboccava alla provocazione.


Questo e' quel momento













Dietro le loro spalle ci sono i ''presunti fascisti di casapound'' a questo punto direi protetti dai cellerini o alleati .Noi crediamo che quei casi di vandalismo siano sempre stati cominciati da questi infiltrati.
Poi comunque in quel momento che vedete le foto,mi girai per vedere il corteo,e proprio in quel attimo passano stemmi e bandiere con falce e martello,senza pero' abboccare alle provocazioni dei fasci anche grazie ad un ottima organizzazione,persone che formavano un cordone per non far andare nessuno a vedere questi provocatori.Tornando al discorso delle falce e martello ,in quel momento vidi:Fascisti da una parte e Comunisti dall'altra,li mi accorsi che NON ABBIAMO ANCORA CAPITO UN  C....
Ancora come se fossimo negli anni 50.
Il nostro desiderio e' quello di creare un unica e nuova bandiera,contro i poteri forti,contro il sistema monetario,contro le multinazionali ed il capitalismo,senza piu fascisti e comunisti!!!!
Siamo nel 2013 ancora con queste forme di politica che come una religione vi controllano la mente e vi manipolano.Per questo abbiamo creato GlobalR-Evolution per informare e risvegliare la gente che ancora ha bisogno.E lottiamo contro la grande piaga della disinformazione.Vedi 11 settembre 2001,vedi logge segrete come la P2,vedi quanto guadagnano i nostri parlamentari di Destra o Sinistra mentre l'Italia ed il popolo Italiano vanno alla deriva aumentando una poverta' mai vista dai tempi della 2° guerra mondiale,ecc.........
Comunque chiudiamo questo piccolo post dedicato ad una bella manifestazione dicendo che quando si protesta a voce alta e senza violenza e' sempre benvenuto chiunque esso sia.
Un ultimo particolare che vogliamo dirvi e':Avete visto quando caricano le forze dell'ordine come battono i manganelli sugli scudi??! Sembrano gli antichi Romani Imperialisti di Giulio cesare,mica vuol dire che oggi comanda l'imperialismo?!?Nooo....

N.B.:
Anche i fascisti si ispirarono ai romani imperialisti ''il fascio'' stesso,e l'aquila ed altro ancora sono simboli fascisti presi dagli antichi romani.Oggi i fascisti li chiamerei piu IMPERIALISTI !!!
Nuovo Ordine Mondiale basato su un antico ordine,cosi potranno dimostrare che e' una religione un ordine un pensiero filosofico antico come il cristianesimo,appropriandosi di cose non loro.